Visit Ittiri
Stemma Comune Ittiri
it  |   en  |   fr  |  

Offerta culturale

 
Foto intestazione della sezione offerta culturale
 

Percorsi tematici

Modulo di ricerca luoghi



Elenco luoghi

Chiesa di Nostra Signora del Carmelo
Chiesa di Nostra Signora del Carmelo

La chiesa, riedificata nel 1769 grazie a delle donazioni, è situata nei pressi del cimitero comunale. Presenta un’unica navata con volta a botte sorretta da tre arcate ed abside di pianta quadrangolare.

Chiesa di Nostra Signora di Coros
Chiesa di Nostra Signora di Coros

Sull’altipiano di Sas Seas, a circa 5 km da Ittiri, si erge la Nostra Signora di Coros, una delle più tarde costruzioni cistercensi della Sardegna, edificata tra il 1230 e il 1260. Dipendeva dall’abbazia di Paulis ed apparteneva al villaggio medievale di Sa Iddazza.

Chiesa di Nostra Signora di Monserrato
Chiesa di Nostra Signora di Monserrato

La chiesa di Nostra Signora di Monserrato si trova nella regione Montesile, nel centro abitato di Ittiri. Come per Nostra Signora del Carmelo, si ha notizia dell’edificio a partire dal XVII secolo anche se è verosimile che la sua prima fase costruttiva sia anteriore.

Abbazia di Nostra Signora di Paulis
Abbazia di Nostra Signora di Paulis

L'Abbazia di Nostra Signora di Paulis (de Padule, in Padulibus o Paludibus) sorge lungo la strada che da Uri porta ad Ittiri. Apparteneva all'antico villaggio di Paulis e venne Edificata dai monaci cistercensi, secondo lo stile romanico cistercense e su modello della Nostra Signora di Corte di Sindia, grazie ad un lascito nel 1205 di Comita II di Torres.

Chiesa di San Francesco
Chiesa di San Francesco

La chiesa di San Francesco, con l’annesso convento, è stata edificata dopo il 1610. Nel 1707, dopo una precedente intitolazione alla Purissima Concezione, fu nuovamente dedicata a San Francesco.

Chiesa di San Leonardo de sa Iddazza
Chiesa di San Leonardo de sa Iddazza

Conosciuta come Santu Nenardu de sa Iddazza o San Leonardo di Cuga, risale alla seconda metà del XII secolo. Faceva parte, con l’annesso monastero, della villa di Cuga o Tuta.

Chiesa di San Maurizio
Chiesa di San Maurizio

Sorge nell’agro di Ittiri, in regione Ochila, a circa 7 km dal centro abitato, nelle vicinanze del nuraghe Sa Figu. Il santuario è riferibile al XVII secolo ed è costruito con blocchi di pietra calcarea.

Chiesa di San Pietro in Vincoli
Chiesa di San Pietro in Vincoli

È la prima parrocchia del paese e sorge nelle vicinanze di uno dei rioni più antichi, S’Ulumu. Le prime notizie sulla chiesa risalgono al 1553, anno della visita pastorale dell’Arcivescovo di Sassari Salvator Alepus alla villa di “Itari de Canedo”.

Dolmen Runara
Dolmen Runara

L’altopiano di Runara è caratterizzato dalla presenza di diversi monumenti archeologici di età nuragica (nuraghi con villaggio) e prenuragica (sepolture megalitiche).

Area archeologica di Sa Figu
Area archeologica di Sa Figu

La necropoli a domus de janas di Sa Figu è inserita all'estremità settentrionale dell’altipiano di Coros, in un'area archeologica di notevole importanza per la presenza di testimonianze di varie epoche.

Necropoli Santa Ittoria
Necropoli Santa Ittoria

Le domus de janas costituiscono un piccolo complesso funerario scavato in piccoli affioramenti rocciosi di calcare in località “Sa Cappida”. Alcune tombe presentano dei motivi architettonici che riproducono elementi lignei delle capanne.

Necropoli di Musellos
Necropoli di Musellos

Le domus de janas di Musellos sono scavate sul fianco occidentale di una collinetta calcarea. Il nucleo principale della necropoli, frutto di varie trasformazioni relative a diverse fasi dell'utilizzo nel corso dei secoli, è costituito da tre ampie celle collegate fra loro e disposte in successione da Nord a Sud.

Necropoli di Ochila
Necropoli di Ochila

La necropoli si apre sul fianco orientale di una rapida parete di roccia calcarea, nel settore meridionale di Monte Cumida. E' costituita da otto domus de janas, variamente articolate e caratterizzate, in alcuni casi, da elementi architettonici di rilievo e motivi decorativi sulle pareti.

Nuraghe Majore
Nuraghe Majore

Situato in una piccola altura in località Musellos, il nuraghe Majore è uno dei più interessanti e complessi del territorio di Ittiri, anche se non presenta un buon stato di conservazione.

Nuraghe Ena Ortu o Su Sassu
Nuraghe Ena Ortu o Su Sassu

Il nuraghe, di impianto complesso, si erge nelle vicinanze del nuraghe Majore. Costruito con blocchi di trachite locale, presenta un impianto bilobato: al mastio, con tholos del primo piano ancora integra, è stato aggiunto un bastione formato da due torri.

Nuraghe Tuvurunaghe
Nuraghe Tuvurunaghe

Il nuraghe Tuvurunaghe, edificato in pietra trachitica ai limiti di un pianoro roccioso, presenta un impianto monotorre con copertura a tholos quasi integra.

Scuola primaria G. Bosco
Scuola primaria G. Bosco

L’edificio storico ottocentesco, di vaga influenza neo-classica, si affaccia sul corso principale con un prospetto che si evidenzia per l’elegante sobrietà e l’armonia architettonica.

Fontana S'Abbadorzu
Fontana S'Abbadorzu

La fonte si trova in pieno centro storico, inglobata in un muro fra la via Monserrato e la via Amsicora, in una suggestiva piazzetta ombreggiata da un leccio. È stata edificata con l’utilizzo di diversi materiali che la rendono particolarmente suggestiva.

Ospedale Alivesi
Ospedale Alivesi

L’Ospedale di Ittiri è intitolato al colonnello Giovanni Andrea Alivesi, comandava il sessantesimo reggimento nel campo di Gazzuolo, vicino a Mantova, il quale nel 1866 fece testamento a favore del Comune per la fondazione di un «ospedale di carità».

Domus de janas di Sant’Ereno

La domus de janas, in località Sas Seas, è formata da tre celle poste in successione ed è caratterizzata da diversi motivi architettonici ed elementi legati al culto. Gli elementi architettonici si trovano nell’ultima cella.